CV Jeunesse

CV Jeunesse
Categoria: 
Dispositivo: 
Cavitazione
Classe: 
IIb

La Cavitazione

L' apparecchiatura  comunemente chiamata cavitazione è un sistema in grado di generare un intenso impulso meccanico di microvibrazione che cede una grande quantità di energia  ai tessuti su cui viene applicato.

La Cavitazione è un fenomeno consistente nella formazione di cavità piene di vapore (o gas) all’interno di un fluido più o meno denso; il fenomeno si origina applicando al fluido un intenso campo ultrasonico.Le dimensioni delle micro bolle, generate dal fenomeno della Cavitazione ad Ultrasuoni nei liquidi, diminuiscono di volume e numero quando aumenta la frequenza degli US ed inoltre più alta è la frequenza meno in profondità scendono gli ultrasuoni nei liquidi.

 

Esistono due tipi di cavitazione:

La Cavitazione Medica: è il fenomeno di cavitazione che si genera attraverso macchinari che emettono ultrasuoni a bassa frequenza (30-40 KHZ, Kilo Hertz).

La Cavitazione Estetica: è il fenomeno di cavitazione che si genera attraverso macchinari che emettono ultrasuoni ad alta frequenza (1-3 MHz, Mega Hertz).

E’ fondamentale spiegare che gli ultrasuoni ad alta frequenza non arrivano a livello del grasso sottocutaneo, ma rimangono confinati a livello cutaneo con lo scopo di sollecitare solo la pelle per tonificarla

GLI Ultrasuoni a bassa frequenza (quelli pertinenti ai Medici, con la Cavitazione Medicale) generano un maggior numero di micro bolle che raggiungono un livello più profondo negli strati cutanei riuscendo ad arrivare fino a livello del grasso sottocutaneo (Yoseph Bar-Cohen (NASA Scientific Advisor; 1998).

Applicazioni:

Panniculopatia Edemato Fibro Sclerotica in tutti i suoi stadi evolutivi, adiposità localizzate e  rimodellamento corporeo

L’effetto della cavitazione nelle cellule grasse agisce nel seguente modo:

l’energia liberata dall’implosione delle microbolle è abbastanza intensa da frantumare la membrana esterna delle cellule adipose (adipociti); il contenuto  di queste cellule ha una  riesce a penetrare ed essere assorbito dal microcircolo costituito dal sistema linfatico, sudore e urine; la seduta di linfodrenaggio che deve sempre essere applicata dopo un trattamento di cavitazione aiuta il corpo ad espellere il grasso in forma liquida.

Le operazioni da eseguire per il trattamento sono molto semplici:

Sulla zona del corpo da trattare viene applicato in gel acquoso per ottimizzare il trasferimento energetico.

L’azione del manipolo sulla zona da trattare scioglierà dolcemente e progressivamente le adiposità che verranno inseguito asportate tramite drenaggio.

Il trattamento darà alla pelle un aspetto più tonico sodo e vellutato, e si registrerà un’evidente diminuzione in centimetri della zona trattata già dalle prime applicazioni

 

In questa occasione si ricorda che la profondità raggiunta nel derma è inversamente proporzionale alla frequenza ultrasonica degli impulsi applicati, per cui, poiché il trattamento è tanto più efficace quanto più si penetra all’interno del derma, è importante disporre di un apparecchio in grado di raggiungere tali profondità.